Complementi Arredo

Poltrone da terrazzo: ecco come sceglierle comode ed eleganti

Stiamo entrando nel vivo dell’estate. Da sempre questa stagione è sinonimo di aria aperta. Nonostante le temperature alte, il sole incoraggia le persone a uscire fuori di casa e a trascorrere molte ore fuori da soli o in compagnia.

Chi ha la fortuna di avere un terrazzo grande o una casa con giardino coglie questo periodo caldo dell’anno per sfruttarne al massimo le potenzialità. Se lo spazio è ben costruito (con aree fresche in cui è piacevole stare anche durante la giornata) e ben arredato, ci si può rilassare e trascorrere del tempo con amici e parenti.

Ma come creare un ambiente confortevole ed elegante? Ovviamente dedicando tempo e attenzione alla scelta dell’arredamento per il terrazzo o per il giardino, evitando di arrangiarlo. Le poltrone che dovrai mettere, ad esempio, non devono essere comprate a caso, ma accuratamente selezionate per il loro design e comfort. Come si fa? Leggi fino in fondo quest’articolo e vedrai che non avrai più dubbi su quale sia la migliore poltrona da terrazzo.

Consigli utili per scegliere le poltrone da terrazzo

Le poltrone non dovrebbero mai mancare in terrazzo.

Se hai poco spazio a disposizione, puoi regolarti di conseguenza anche a seconda delle tue abitudini ed esigenze. Ad esempio, se le dimensioni sono ridotte e tu preferisci mettere un tavolo grande con le sedie per invitare gli amici a cena, fai pure… ma una poltrona da terrazzo può sempre rivelarsi utile. Quindi, pensaci bene: avresti la scusa perfetta per isolarti e rilassarti!

Dal punto di vista dell’arredamento, le poltrone da terrazzo conferiscono quel tono in più. Ecco qualche domanda che dovresti farti prima di procedere con l’acquisto.

È comoda?

Scegli una poltrona da giardino o da terrazzo che sia comoda. Altrimenti che relax sarebbe?

Se hai intenzione di passarci molto tempo, magari anche per lavorare, assicurati che la sua struttura ti consenta di mantenere una postura corretta. Non devi affaticare braccia, collo o schiena.

È in linea con l’arredamento?

Arredare un terrazzo o un giardino è difficile perché spesso non si pensa a mantenere la continuità del design interno. In realtà, dovresti proprio farlo! Se hai optato per uno stile minimalista, non puoi sovraccaricare di mobili il terrazzo per compensazione. Devi mantenere la stessa idea. Di conseguenza, anche le poltrone dovranno avere delle linee pulite ed essenziali. L’arredamento shabby, invece, potrebbe volere delle poltrone costruite con il fai da te.

Dallo stile dell’interior design dipendono materiali, forme e colori. Quindi, riflettici con attenzione!

Hai abbastanza spazio?

Se la risposta è no, puoi cercare delle soluzioni pieghevoli. Non devi per forza rinunciare alla tua poltrona da terrazzo e neanche al tavolo per invitare gli amici: basta organizzarsi e comprare tutti mobili che si montano e smontano in pochi secondi.

Avendo molto spazio, invece, puoi sbizzarrirti nella scelta dei modelli. Potresti anche optare per una poltrona con lo schienale reclinabile o che ti dà la possibilità di allungare e sospendere le gambe. Inoltre, puoi optare per delle soluzioni “da salotto”, scegliendo divani di dimensioni importanti e con sedute voluminose (sono fatte di cuscini e imbottite).

Cerca di valutare sempre per bene l’agibilità del terrazzo: non creare un arredamento in cui sia difficile muoversi. La funzionalità è importante tanto quanto l’estetica.

La poltrona da terrazzo sarà esposta al sole oppure no?

Sapere dove collocare la poltrona è importante per decidere che tipo di materiale acquistare. L’esposizione prolungata o meno al sole è fondamentale per decidere perché se prendi un materiale poco resistente rischi di avere presto un mobile rovinato nonostante sia recente.

Inoltre, a seconda della posizione puoi anche decidere il suo scopo: sarà una “poltrona prendisole” o dei divanetti che ricreano una situazione salotto all’aperto?

I materiali della poltrona da terrazzo

Una delle scelte più diffuse nel design contemporaneo è la poltrona con struttura in metallo e seduta e schienale imbottiti e rivestiti di tessuto. Questo oggetto si adatta molto bene allo stile d’arredamento moderno e industriale. Inoltre, il comfort è assicurato.

Un altro materiale molto gettonato è il legno, adatto agli stili più classici. Con questo materiale si possono sfruttare tante colorazioni diverse; di conseguenza anche l’aspetto può essere molto variegato e possedere delle imbottiture a seconda del modello. La pecca delle poltrone da terrazzo in legno è la manutenzione che deve essere costante.

Materiali alternativi per le poltrone da terrazzo sono il rattan e il polyrattan. Sono molto simili tra di loro alla vista, ma il primo è naturale mentre il secondo è sintetico e quindi anche meno costoso.

Ci sono diversi materiali plastici che possono essere usati per realizzare delle sedie per il terrazzo adatti a chi non può spendere troppo e ha una casa in stile moderno. Inoltre, sono particolarmente resistenti agli agenti atmosferici.

Legno e rattan sono i materiali più resistenti alla luce de sole. Quindi, se le tue poltrone saranno spesso esposte senza possibilità di riparo, ti conviene puntare su essi.

Le poltrone sospese

Una soluzione d’arredo particolarmente bella da vedere è la poltrona sospesa (funziona secondo lo stesso principio del letto sospeso).

I modelli a cestino sono molto diffusi e spesso si trovano anche nei bar con spazi all’aperto. I materiali con cui vengono fabbricate queste poltrone sono la corda, il legno e il rattan. La seduta può essere agganciata al soffitto oppure a una struttura apposita. Il comfort e il relax sono assicurati visto che ci sarà la possibilità di dondolarsi comodamente seduti tra i cuscini.

Poltrone e tavolini da terrazzo: come abbinarli

Fino ad ora abbiamo parlato di continuità d’arredo con l’interno. Sarà (in)utile specificare che deve esserci coerenza anche tra i mobili esterni.

Le poltrone da terrazzo devono abbinarsi con il resto dell’arredamento, soprattutto con i tavolini. Ci sono molti negozi che vendono insieme sedute e tavolini da mettere al centro o di lato. Solitamente, essi presentano colori e/o forme che si richiamano a vicenda.

Puoi impreziosire il resto del terrazzo o del giardino con delle piante o delle luci artificiali che rendano praticabile il luogo anche la sera. L’importante è che tutto abbia un senso e sia gradevole all’occhio di chi ci passerà del tempo.

To Top