Camera da letto

Come organizzare l’interno dell’armadio in 7 semplici mosse

La fine dell’estate porta sempre un po’ di malinconia. Il relax deve lasciare il posto alle responsabilità e all’organizzazione della routine. Il tutto può risultare ancora più triste se pensiamo al cambio di stagione imminente.

Organizzare l’interno dell’armadio è tra le faccende domestiche più difficili che ci siano. E, infatti, sono quelle che solitamente procrastiniamo volentieri fin quando non è il mobile a farci capire che dobbiamo affrontare questa battaglia.

Una delle situazioni tipiche che si vivono quando si mette a posto l’armadio è ritrovare un capo di abbigliamento acquistato, messo via e perduto poiché sommerso sommerso da tanta altra roba. Sono momenti divertenti, ma problematici se ripetuti nel tempo. La soluzione è più semplice del previsto e richiede solo di essere un po’ più ordinati.

Meglio si distribuiscono i diversi capi di abbigliamento negli spazi più sarà semplice vivere il proprio armadio nel corso delle settimane successive. Proprio in virtù di questo fatto, abbiamo pensato di darti alcuni consigli utili per capire come sistemare l’interno dell’armadio in modo pratico e funzionale.

Caos nell’armadio: è colpa delle dimensioni?

“Se avessi un armadio più grande…”

Quante volte hai pensato che una cabina armadio avrebbe risolto tutti i tuoi problemi? Con tanto spazio a disposizione mica si può perdere roba o c’è necessità del cambio stagione!

Ci dispiace dirti che tutti questi pensieri sono… sbagliati! Almeno nel 90% dei casi. Non sono le dimensioni dell’armadio a contare, ma solo l’organizzazione interna e la quantità di vestiti che possiedi. Se non sei in grado di fare ordine non avrai mai un guardaroba sistemato neanche se fosse il più grande possibile.

Consigli su come sistemare l’interno dell’armadio

Ora che sai che le dimensioni non contano quando si parla di armadi, ecco come puoi organizzare un armadio perfetto.

1. Occhio agli spazi e ai vestiti che hai

La prima cosa che devi fare è renderti conto di quanto spazio hai effettivamente all’interno dell’armadio e quanti sono i tuoi vestiti. Approfitta di questo momento per vedere se ci sono degli indumenti che non hai più intenzione di indossare. Cerca di tenere con te solo quei vestiti che ti servono e che ti piacciono davvero disfandosi della roba inutile o di cui non sei sicuro/a al 100%.

Se hai un armadio grande, potresti pensare di creare due aree separate: una per la primavera/estate e una per l’autunno/inverno. In caso contrario, dovrai fare il cambio di stagione e procurarti delle scatole o delle buste in cui riporre i vestiti quando non ti servono.

In ogni caso, cerca di sistemare i vestiti che ti occorrono in parti facilmente raggiungibili, riservando ai piani più alti o agli angoli lo spazio a ciò che è fuori stagione.

2. Disporre i vestiti con criterio

Per inserire gli indumenti all’interno dell’armadio devi scegliere un criterio che ti aiuti a selezionarli e individuarli in pochi istanti.

Potresti decidere di dividere gli indumenti per tipologia. Questo significa sfruttare le grucce per i vestiti lunghi, i pantaloni, le camicie, i cappotti o alcuni indumenti delicati che possono sgualcirsi mentre il resto può essere disposto in cassetti e ripiani. Solitamente, nei primi ci va la biancheria intima, nei secondi magliette e altri indumenti facili da piegare.

I maniaci dell’ordine possono anche fare un’ulteriore suddivisione degli indumenti per colore. In questo modo, gli abbinamenti diventeranno molto più facili.

Un altro modo molto utile per sistemare la roba nell’armadio è farlo per outfit. Puoi mettere i completi che vanno insieme appesi vicini oppure in un’unica gruccia acquistando degli appendiabiti appositi che permettono di contenere anche 6 indumenti tutti insieme.

Accosta gli abiti per occasione: metti insieme i vestiti da lavoro, quelli per la palestra, quelli per uscire, quelli più eleganti in modo da ottimizzare il tempo quando devi scegliere che cosa indossare.

Se ti va, puoi anche mescolare queste modalità di organizzazione e fare un po’ e un po’, ma cerca di non rendere il tutto macchinoso e confuso perché potresti risentirne nel tempo.

3. Aggiungere ripiani utili

Se hai un armadio di piccole dimensioni, devi cercare di ottimizzare al massimo lo spazio. Puoi farlo sfruttando al massimo la verticalità degli spazi e anche inserendo al suo interno contenitori e ripiani non appartenenti a esso.

Sotto i vestiti appesi, ad esempio, potresti mettere delle scatole con dentro scarpe, sciarpe, cappelli e roba simile oppure un portagioie. Sulle ante puoi appendere delle strutture apposite per appendere cravatte, cinture o foulard. In commercio trovi tante soluzioni adatte a qualsiasi tipo di armadio: devi trovare quello che serve a te.

4. Sistemare i cassetti

Nonostante lo spazio ridotto, non è facile mantenere ordine nei cassetti soprattutto quando ci metti dentro mutande, reggiseni o indumenti di piccole dimensioni. Il rischio è di creare un accumulo di roba disordinata destinata a peggiorare a ogni apertura.

Prendi dei divisori appositamente creati per i cassetti così da disporre calze, mutande e reggiseni in ordine, magari per colore. Per le t-shirt o i pigiami, invece, devi ripiegarli per bene e fare in modo che siano ben disposti in verticale. In questo modo, non dovrai creare scompiglio ogni volta che devi trovare qualcosa.

5. Contenitori per accessori

Nel mondo dell’interior design, i complementi d’arredo fanno la differenza. La stessa cosa si può dire degli accessori quando parliamo di outfit. Ecco perché è importante creare uno spazio che li contenga all’interno dell’armadio.

Puoi sfruttare i cassetti magari comprando dei portagioie o dei divisori da mettere all’interno. In alternativa, esistono tante soluzioni apprendibili alle ante.

6. Sistema con criterio le scarpe

Se non hai la scarpiera e il tuo armadio lo consente, puoi mettere all’interno anche le calzature. In questo caso, il consiglio è simile a quello del punto 2: devi scegliere un criterio e disporre le scarpe di conseguenza. Puoi dividerle per tipologia, per colore, per l’uso che ne fai e sistemarle in modo che siano più o meno raggiungibili.

7. Riporre la biancheria del letto

L’armadio della camera serve anche per riporre federe e lenzuola.

La cosa migliore da fare è mettere insieme i coprimaterasso, le lenzuola e le federe che vanno abbinati così da non creare troppo scompiglio quando le devi cambiari. Puoi anche inserire il tutto in una delle due federe, così da avere il “pacchetto” pronto.

Per mettere via i copriletto o i piumoni durante le stagioni calde, potresti usare i sacchi sottovuoto da posizionare nei ripiani più alti o più bassi, sfruttando a pieno gli spazi che hai.

To Top