Arredamento

Come scegliere cuscini e materassi migliori per la camera da letto

Per dormire bene e riposarsi in modo ottimale è necessario avere un buon materasso e anche un cuscino ottimale in base alla posizione che si assume mentre si dorme. Se non stai dormendo bene e se stai soffrendo di mal di schiena, allora forse è arrivato il momento giusto di cambiare il tuo cuscino e il tuo materasso, e di optare per uno che ti permetta di dormire meglio. Ma come scegliere il giusto cuscino e materasso? Scopriamolo insieme!

Come scegliere il giusto cuscino per dormire bene

Per un riposo ottimale e per riuscire a dormire una notte intera senza problemi è necessario che la spina dorsale e il collo si mantengano ben allineati. Infatti è proprio per questo motivo che sono stati inventati i cuscini.

Quando questi però non sono delle dimensioni ideali non si riesce a mantenere la spina dorsale dritta, quindi si respira male, i muscoli non si rilassano e alla fine ci si alza con il mal di schiena. Naturalmente non esiste il cuscino perfetto in assoluto, ma si può scegliere quello che possa migliorare comunque la tua postura e assicurarti una buona posizione durante la notte. Naturalmente anche il materasso deve assicurare un buon riposo, quindi oltre a scegliere un buon cuscino è necessario ricordare che bisogna acquistare anche un materasso idoneo.

Scegliere il cuscino in base alla larghezza

Un primo parametro da prendere in considerazione quando si sceglie un cuscino è la larghezza. Questo dovrebbe avere uno spessore che si adatti al meglio alla posizione nella quale si dorme.

Per i bambini e per chi dorme a pancia in giù il cuscino migliore è quello basso, ossia al di sotto o pari ai 10 centimetri. Il cuscino dovrebbe essere morbido e non eccessivamente duro e sodo.

Un cuscino dalle dimensioni di circa dodici centimetri è ideale invece per chi dorme sulla schiena. Questo dovrebbe avere una buona consistenza, quindi si dovrebbero evitare i cuscini morbidi.

Il cuscino medio alto da 15 centimetri circa è ideale per chi dorme su un fianco. Questo cuscino dev’essere duro e deve mantenere in linea la testa con la spina dorsale.

Oltre a considerare lo spessore del cuscino è necessario scegliere anche i materiali migliori.

Quali sono i materiali migliori per un cuscino

Esistono vari materiali per realizzare un cuscino, ma tra i migliori troviamo:

Cuscino in piume d’oca: questo cuscino è realizzato con le piume d’oche, e si presenta morbido e si deforma molto velocemente per poi tornare alla posizione iniziale. Questo cuscino è adatto a chi dorme sulla pancia e per i bambini, invece è sconsigliato a chi dorme in altre posizione e a coloro che hanno una corporatura troppo robusta.

Lattice: questo è un materiale che offre un ottimo sostegno al collo e alla testa ed è ideale per chi dorme sul fianco. Questo è un cuscino resistente e dalla consistenza dura, inoltre è in grado di adattarsi al meglio alla posizione in quanto riesce ad assorbire i movimenti del corpo tornando alla giusta posizione. Questo modello è ideale anche per chi è allergico agli acari.

Poliestere: i cuscini in poliestere sono traspiranti e molto leggeri. Questi sono cuscini molto morbidi idonei alle persone di corporatura esile, ai bambini e a coloro che dormono principalmente a pancia in giù.

Poliuretano: il cuscino in schiuma di poliuretano conosciuto anche con il nome di memory foam è un cuscino che riesce a mantenere al meglio la forma di testa e collo anche se si cambia posizione mentre si dorme. Questo è anche ipoallergenico.

Come scegliere il giusto materasso?

Dopo che avrai scelto il nuovo cuscino da utilizzare, devi optare per un nuovo materasso che ti permetta di dormire sogni tranquilli. Ma quali caratteristiche dovrebbe avere un materasso di buona qualità?

Il materasso dovrebbe innanzi tutto sostenere al meglio il corpo e la colonna vertebrale, questo deve adattarsi al meglio alla curvatura della schiena. Quindi un materasso ottimale non dev’essere innanzi tutto troppo rigido, in quanto potrebbe sollecitare in modo esagerato le articolazioni.

Quando invece questo è troppo morbido, allora le spalle e le natiche sprofonderanno determinando così una curvatura sbagliata della colonna vertebrale. Dunque il materasso giusto deve avere una consistenza media e non si deve avvertire alcuna pressione.

Quali sono le principali tipologie di materassi?

Come per i cuscini, anche i materassi sono realizzati con vari materiali e metodologie, i principali sono:

I materassi a molle

I materassi a molle sono quelli più utilizzati ancora oggi. Effettivamente i materassi a molle elicoidali sono in grado di sostenere il corpo. Il letto con le molle è in grado di sopportare diversi anni d’usura, inoltre sono perfetti per la maggior parte delle persone, anche quelle che presentano un peso più importante. Un altro vantaggio dei materassi a molle è dato dal costo esiguo dei modelli. Ci sono però anche alcuni svantaggi, ad esempio a lungo andare le molle possono deformarsi e non dare più il sostegno desiderato portando così la schiena ad affossare. I materassi a molle sono comunque consigliati a: chi è in sovrappeso e a coloro che soffrono di lombalgia.

Materassi in poliuretano (Memory Foam)

I materassi in poliuretano o in memory foam sono tra i più moderni e popolari. Il materiale utilizzato per questo materasso infatti è una schiuma poliuretanica che presenta diverse intensità e sostanze particolari che si modellano in base alla temperatura del corpo. Grazie a queste caratteristiche e ai vari strati di schiuma poliuretanica, i materassi in Memory Foam si adattano al meglio alle curve fisiologiche della schiena.

I principali vantaggi del materasso in poliuretano prevedono innanzi tutta una buona adattabilità alla forma del corpo. Il memory foam riesce a consentire una riduzione delle articolazioni e del dolore. I materassi attutiscono anche i movimenti quindi non si sentono gli spostamenti del partner quando si dorme su un matrimoniale.

Gli svantaggi invece sono dati dalla sua scarsa resistenza alla temperatura, questi dunque possono essere molto caldi durante il periodo estivo. I materassi in memory foam sono consigliati a chi soffre di dolore ai muscoli, di stanchezza cronica, dolori muscolari.

Materassi in lattice

Infine, tra i migliori troviamo i materassi in lattice naturale o artificiale. I materassi in lattice naturale sono molto utilizzati perché permettono di dare un supporto ottimale alla schiena. I modelli in lattice sono pensati per tutti coloro che hanno bisogno di un materasso comodo e al contempo resistente alle pressioni del corpo. L’unico svantaggio è la sua forte sensibilità all’umidità per questo motivo si sconsiglia l’uso nel momento in cui si vive in ambienti troppo umidi.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top