Arredamento

Porte a scrigno e pareti scorrevoli per dividere due stanze

porta-a-scrigno-cose

Spesso separare due stanze prevede la costruzione di una parete realizzata in cartongesso oppure in muratura. Ma entrambe le soluzioni prevedono una chiusura completa e sopratutto comportano una perdita di spazio e luce non indifferente.

Quando si vogliono separare due ambienti come il soggiorno dalla cucina è possibile scegliere una soluzione innovativa. Tra le principali che vogliamo proporti per dividere due stanze ci sono le porte a scrigno e le pareti scorrevoli. 

Porte a scrigno: una soluzione semplice ed efficace per dividere le stanze

Se sei in cerca di una soluzione per riuscire a unire e al contempo separare due stanze le porte a scrigno scorrevoli con binario a scomparsa o meno, sono una soluzione ottimale per riuscire a ottenere l’effetto desiderato, senza però il rischio di occupare spazio in modo eccessivo.

Infatti, le porte a scrigno nascono proprio per riuscire a suddividere due ambienti senza l’ingombro di pareti e porta. Questi modelli possono essere costituiti di vari materiali, per non penalizzare la luminosità di una o dell’altra stanza, i migliori sono quelli con parti in vetro.

Oltre a scegliere tra una grande varietà di modelli dal punto di vista estetico e dei materiali, puoi scegliere tra due soluzioni tecniche d’installazione differenti tra loro. Ad esempio esistono due tipi di porte a scrigno quelle a scomparsa oppure a vista.

I modelli a scomparsa, prevedono opere in muratura, che prevedono nascondere un controtelaio realizzato in metallo all’interno di una parete. Il controtelaio metallico all’interno della parete non si vede, ma prevede solo il binario che percorre il pannello di chiusura che s’inserisce all’interno del controtelaio quando la porta si apre.

I modelli scorrevoli esterni o a vista sono semplici da installare perché non prevedono alcuna opera muraria. Il binario di scorrimento in questo caso si deve fissare sul vano della porta e poi si può agganciare al pannello al di sopra della porta. In questo caso, la porta dev’essere lasciata libera da qualunque ingombro di qualunque genere.

Come scegliere la giusta porta a scrigno?

Scegliere la giusta porta scrigno è molto importante per riuscire a ottenere l’effetto desiderato all’interno della propria abitazione. Sopratutto se si considera che queste porte se installate tra il soggiorno e la cucina, sono spesso a vista e gli ospiti dunque le vedranno appena dopo essere entrati nella vostra abitazione. Quindi è molto importante optare per delle porte a scrigno che s’adattino al meglio per l’abitazione. 

1-Scegli le giuste misure e spazi

La prima cosa a cui devi pensare quando stai scegliendo una porta a scrigno è quali sono le giuste misure per non andare a soffocare gli spazi. Innanzi tutto, devi calcolare la luce netta che passa da una parte all’altra, dopo di ché bisogna misurare sia lo spazio libero che rimane sulle pareti sia lo spessore dei muri.

2-Porte scorrevoli: meglio internamente o esternamente

Come abbiamo accennato, esistono due tipi di porte scorrevoli le prime sono a scomparsa le seconde quelle esterno muro. Le porte scorrevoli a scomparsa hanno il vantaggio di non mostrare il telaio intorno, quindi sembra che le porte escano dal muro all’improvviso. Il controtelaio si va a creare all’interno del muro, quindi lo spessore della parete dev’essere abbastanza ampia per contenere telaio e ante quando sono aperte. Le ante dunque in questo caso sono alloggiate all’interno dei cassonetti con una struttura metallica e un binario incorporato.

Le porte scorrevoli esterno muro è una porta che rimane a vista e scorre lungo i binari che sono incassati a soffitto. Questa porta può essere molto interessante nel momento in cui si vuole installare questo modello esterno muro, quindi senza bisogno di effettuare delle specifiche opere murarie.

In questo caso si utilizza un sistema esterno muro a incasso, minimalista e quasi invisibile, con dei binari che vanno incassati a soffitto e che si adattano per le aperture di dimensioni molto ampie, in assenza di muri laterali, queste si chiudono con delle maxi-ante telescopiche, alcune sono mobili altre fisse.

Esistono anche i sistemi interno muro a visto, ossia dei moderni binari metallici di design con dei meccanismi di scorrimento a vista delle mantovane lineari che nascondo gli ingranaggi. Infine, troviamo i sistemi esterno muro a fantasma, questi sono molto innovativi e si presentano completamente invisibili.

Pareti scorrevoli: un’idea rivoluzionaria per dividere le stanze

Oltre a poter dividere le stanze con le porte a scrigno, oggi esiste anche una soluzione totalmente innovativa rappresentata dalle pareti scorrevoli. Le pareti scorrevoli hanno creato un concetto di divisorio del tutto nuovo. Queste sono la soluzione ideale per riuscire a eliminare la presenza dei muri, che rimpiccioliscono e rabbuiano gli ambienti. Con questo sistema infatti è possibile invece unire o dividere due stanze con un gesto semplice e veloce.

Le pareti scorrevoli possono essere una soluzione versatile, ma anche raffinata e pratica. Le ante/divisori per essere utilizzate in modo corretto, vanno realizzate su misura per l’ambiente, anche l’estetica può essere creata in base alle esigenze del proprio ambiente sia questo di tipo tradizionale o più contemporaneo.

Le pareti scorrevoli possono essere costituite da binari realizzati in alluminio o in legno massello, in entrambi i casi su queste viene posto il sistema di scorrimento, che può essere montato a soffitto se le ante sono di dimensioni medio piccole, oppure a soffitto e pavimento se bisogna coprire pareti di dimensioni importanti, quindi con ante più grandi.

Una cosa interessante delle pareti scorrevoli è che possono essere progettate e installate in modo tale da rispondere positivamente a varie necessità progettuali. Non solo, queste possono essere create non sono con ante più spesse e di materiali rigidi, ma anche con rivestimenti leggeri che aumentano il trapelare della luce da una zona all’altra dell’abitazione come pannelli in cotone antimacchia, oppure la carta di riso plastificata.

Entrambe queste soluzioni permettono la decorazione della parete scorrevole, che così non diventa solo un mezzo per separare e unire gli ambienti, ma anche un vero e proprio elemento di design.

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top