Arredamento

I migliori pavimenti per interni. Quale scegliere per ogni zona della casa

migliori-pavimenti

Quando si sceglie di ristrutturare case oppure si è in procinto di acquistarne una nuova che però a bisogno di lavori di rimodernamento una delle prime cose che ci si chiede è: qual è il pavimento migliore per le zone interne? Quale pavimento devo scegliere?

In commercio, esistono innumerevoli tipologie di pavimento che si possono adattare al meglio alle varie zone dell’abitazione, quando si procede alla scelta di questo però bisogna considerare alcuni fattori come ad esempio quelli estetici, i fattori funzionali, quelli tecnici e strutturali. Insomma, prima di posare un pavimento è necessario pensare a tante cose tra quali anche l’arredo, il colore delle pareti, lo stile che si vuole adottare e le dimensioni dell’ambiente che si sta ristrutturando.

Vediamo insieme quali sono i migliori pavimenti per interni e quelli che più si adattano alle varie zone della casa.

Pavimento unico per soggiorno, cucina e zona notte

Una scelta spesso effettuata da coloro che stanno ristrutturando casa è un pavimento unico per soggiorno, cucina e zona notte. Quando si sceglie un pavimento unico è necessario pensare che questo deve potersi adattare al meglio ad ogni stanza, il colore dunque dev’essere abbastanza neutro per abbinarsi alle varie zone dell’abitazione senza stonare con l’arredo.

Quindi la soluzione migliore dal punto di vista del colore è la scelta di una tonalità chiara che va dal bianco al beige. Oppure si può scegliere una mattonella effetto parquet o comunque che ricorda i colori del legno. Se scegli di mettere un unico pavimento ti sconsiglio il parquet vero o il laminato, perché questo in zone come la cucina ad esempio possono rovinarsi in poco tempo, per questo motivo è meglio scegliere altre tipologie di pavimento per interni. Il migliore quando si vuole fare una pavimentazione unica è il gres porcellanato o le piastrelle in ceramica per interni.

Miglior pavimento per la cucina

Se opti per una pavimentazione differente che cambia a seconda della stanza che andrai a rinnovare, uno dei primi luoghi a cui si pensa di solito è la cucina. Per la cucina si dovrebbe scegliere sempre un pavimento facile da pulire, resistente all’umidità, in linea con l’estetica del mobilio. I pavimenti migliori per la cucina sono quelli che prevedono piastrelle in grés porcellanato, le piastrelle in ceramica, il cotto o il Kinder un nuovo materiale ottenuto da ceramiche pure.

Pavimento per interno: il migliore per la zona living

La zona living di solito è quella più vissuta e prevede: soggiorno; sala da pranzo; ingresso; salotto. All’interno di queste stanze una delle soluzioni più eleganti e moderne è sicuramente il parquet in legno.

Il parquet si adatta al meglio alla zona living, perché non c’è il rischio che si bagni (come può succedere in bagno e in cucina), inoltre il parquet offre un ottimo isolamento termico per questo motivo è consigliato particolarmente per soggiorno, salotto e sala da pranzo.

Un’alternativa economica al parquet in legno è il laminato. Il laminato è un prodotto che imita il legno, ma che in realtà è realizzato con del legno composito lavorato molto resistente. Il laminato costa meno del parquet e non offre la stessa forza di isolamento termico, ma da la possibilità di ottenere uno stile ricercato e confortevole con un costo minore.

Pavimento per i bagni

Una delle zone che ha bisogno di un pavimento specifico è sicuramente il bagno. Il bagno infatti crea molta umidità e c’è sempre il rischio che dell’acqua cada sul pavimento, per questo motivo in bagno sono sconsigliati sia il laminato sia il parquet entrambi molto sensibili all’acqua e all’umidità. Per arredare al meglio il bagno dunque si consiglia una pavimentazione in grés o in ceramica.

La ceramica è una soluzione raffinata e versatile, resistente agli urti e all’umidità e anche molto semplice da pulire. Un’altra soluzione adottata nel caso si voglia creare un bagno lussuoso e con caratteristiche di pregio è il marmo. Questo materiale presenta delle caratteristiche di pregio e si adatta al meglio anche negli ambienti più umidi e sui pavimenti che tendono a bagnarsi spesso.

Pavimento per la zona notte

Quando si sceglie il giusto pavimento per interni è necessario anche scegliere una buona pavimentazione per la zona notte. Possiamo dire che la zona notte offre un’ottima versatilità, nel senso che si adatta praticamente a qualunque tipologia di pavimento. In questo caso la scelta è più dettata dai dettagli estetici rispetto a quelli funzionali. Anche se bisogna considerare che per le camere da letto spesso il più consigliato è il parquet in legno.

Il parquet come abbiamo accennato, offre un’ottimo isolamento termico, ma anche un buon isolamento acustico, quindi si può camminare senza fastidiosi rumori. Inoltre, il parquet in camera da letto, specie durante il periodo invernale offre un ottimo confort perché mantiene il calore e permette dunque di non trovarsi con un pavimento gelato in pieno inverno.

Se non si ama il parquet però le soluzioni alternative sono molte come ad esempio il gres porcellanato. Il Gres Porcellanato è uno dei pavimenti di tendenza, con questo particolare materiale infatti si può creare un finto effetto legno, un effetto pietra o marmo senza dover utilizzare realmente questi elementi. Inoltre, anche il Gres Porcellanato si adatta bene anche ai caloriferi sotto il pavimento, questo infatti trattiene bene il calore e non si rovina anche se vicino a una fonte diretta.

Infine, dato che gli ambienti notturni si abbinano al meglio a ogni tipologia di materiale, se si vuole risparmiare una scelta ottimale è il laminato. Le piastrelle in laminato sono semplici da applicare, possono ricreare in modo fedele l’effetto del legno e dare eleganza alle camere da letto, senza però dover spendere una somma eccessiva.

Qualunque sia il pavimento scelto per la zona notte, si consiglia di optare sempre per una pavimentazione con colori e strutture che si adattino al meglio al proprio mobilio. Ad esempio per arredi moderni il migliore è il gres, mentre per quelli dal design più classico o elegante è meglio optare per il parquet in legno vero. Il laminato invece è ottimo in entrambi i casi.

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top