Un trilocale è un appartamento costituito da tre locali più servizi. In linea di massima, in un trilocale troveremo una ripartizione classica delle stanze in soggiorno, cucina, camera da letto e stanza da bagno, ma negli ultimi tempi molti optano per una più funzionale distribuzione interna, trasformando la zona giorno in un arioso open space multifunzionale con angolo cottura aperto sul soggiorno, in modo da ricavare una seconda camera da letto dagli spazi di quello che sarebbe stato il locale cucina. Ecco qualche spunto su come arredare un trilocale in modo da coniugare stile, funzionalità e comfort.

Parete attrezzata in soggiorno

In salotto, una parete attrezzata è la soluzione ideale per delimitare gli ambienti. Studiate bene lo spazio a disposizione e non esagerate con i complementi d’arredo.

Come arredare un trilocale: camera da letto padronale con cabina-armadio

Si consiglia di arredare la camera da letto padronale con pochi elementi d’arredo, optando per una cabina armadio, pratica e funzionale, ed un letto con contenitore, così da ricavare un ulteriore vano portaoggetti. È consigliabile posizionare lampade a parete agli angoli della camera da letto per dare più luce all’ambiente. 

Letti a castello, a ponte o a soppalco nella cameretta dei bambini

Per guadagnare spazio, nella cameretta dei bambini può essere utile collocare letti a soppalco, rialzati, che lascino libero lo spazio sottostante, in cui potrete collocare una scrivania, un tappeto per l’angolo dei giochi o un grande contenitore in cui riporre i giocattoli. Sì anche ai classici letti a castello ed a ponte.

Sfruttate lo spazio in verticale

In un trilocale moderno è improbabile che sia presente un ripostiglio. Per guadagnare spazio, in alcuni ambienti della casa, come, ad esempio, nell’antibagno o nei corridoi, potete ricavare delle rientranze, delle nicchie con mensole su misura o collocare mobili a scomparsa in riporre gli oggetti.