Trend estremamente in voga negli ultimi tempi, l’arredamento vintage fa riferimento alla corrente Mid Century, di ispirazione fortemente modernista, che si sviluppò a cavallo degli anni Cinquanta.
Nei mercatini dell’usato e dell’antiquariato è possibile trovare oggetti di modernariato ideati da product designer degli anni Cinquanta, oltre a complementi d’arredo ed accessori dal sapore retrò, che, con le loro forme ed i loro colori, sono in grado di rompere l’omogeneità della moda contemporanea tesa allo stile minimal.

Caratterizzato da linee semplici e morbide, contorni puliti, materiali lucidi, forme naturali e dal cosiddetto design democratico di ispirazione scandinava, lo stile vintage prevede il recupero di arredi e complementi carichi di nostalgia e passione, da valorizzare e riscoprire in una dimensione temporale lontana da quella d’origine.
Quando si sceglie di arredare casa in stile vintage occorre, però, tenere in mente alcune regole fondamentali.

Vediamole insieme.

Scegliete un’epoca di riferimento

La prima regola da tenere presente è quella di non mischiare arredi, oggetti, complementi e tessuti appartenenti ad epoche troppo lontane e diverse, in quanto si rischia di creare una caotica accozzaglia di stili che andrebbe inesorabilmente a compromettere l’armonia degli ambienti. Scegliete arredi e complementi che ben si sposino tra loro.

Per riuscire a creare al meglio l’arredamento vintage è fondamentale studiare approfonditamente l’epoca a cui si desidera ispirarsi, cercando di ricreare l’atmosfera di quei tempi con l’ausilio degli arredi, degli oggetti e degli accessori giusti.
Attenzione ai dettagli

L’attenzione e la cura dei dettagli è cruciale. Per ricreare ambientazioni in stile vintage dovrete giocare ad arte con i dettagli, dall’oggettistica hand made a tema ai materiali, dai piccoli utensili agli elementi d’arredo, come, ad esempio, vecchi giradischi color miele e con vinili annessi, sedie in formica e poltroncine imbottite e rivestite in velluto o pelle. Sì anche a tappeti e piante grasse.

In un ambiente che si ispiri allo stile anni Cinquanta, ad esempio, è indispensabile che siano esposti poster, immagini ed iconiche stampe su tela, alluminio o vetro acrilico di pin up, così come, per ricreare ambientazioni dall’allure anni Settanta, elementi immancabili sono una disco ball e stampe grafiche ispirate alla pop art, con abbinamenti cromatici vitaminici.