alternative-alla-tradizionale-testiera-del-letto

Dissociata dalla struttura del letto, la testiera, utile per proteggere la parete, può essere progettata in modo creativo, usando la fantasia e, spesso, a costo zero.

Oggetti di recupero

Appoggiare alla parete della camera da letto una vecchia specchiera con decorazioni che recano i segni del tempo è una soluzione in grado di donare all’ambiente un irresistibile tocco d’antan.

Anche una testiera ricavata da infissi di seconda mano con finitura effetto ruggine o due ante di legno dipinte in nuance pastello ed unite da cerniere metalliche permette di coniugare stile e riciclo creativo, donando alla camera da letto un’anima altrimenti assente.

Tessuto

Basta fissare una lunga asta di legno ed applicarvi un drappo in tessuto leggero o una successione di intrecci in tessuto per proteggere la parete situata dietro il letto con una soluzione che coniuga praticità e gusto etnico.

Tappeto

Fissare alla parete un tappeto in lana o in materiali naturali è una soluzione pratica, funzionale ed esteticamente gradevole, molto diffusa nell’Est Europa per isolare le stanze dal freddo e dai rumori.

Compensato

Se cercate una soluzione minimal, applicate a ridosso del telaio di un letto una sottile porzione di compensato, su cui andrete a fissare ganci e mensole.

Legno intagliato

La testiera del letto può essere ottenuta ancorando alla parete un separé in legno intagliato, con ganci a vista.

Mensole riposizionabili

Un’idea ingegnosa può essere anche quella di fissare alla parete una struttura dal design minimal, che accolga mensole riposizionabili, di diversa lunghezza.

Parete multiuso

Una testiera alternativa può essere ottenuta con una composizione di scatole in legno aperte e chiuse, posizionate le une sulle altre dietro ed accanto al sistema letto.

Testiera del letto fai da te

La testiera può essere ottenuta semplicemente rivestendo con del tessuto multicolore una struttura in polistirolo di circa 20 centri metri più grande rispetto all’ampiezza del letto.